La storia del piccolo giovane uomo + PODCAST

Pubblicato: 6 ottobre 2009 in puntate podcast, Racconti, radio farlokka
Tag:, , , , , , , , , ,

Un giorno un piccolo giovane uomo vide un altro uomo fare un discorso su un palco. Il piccolo giovane uomo riusciva solo a sentire qualche parola, perchè era lontano, ma sentiva che erano parole che lo attiravano. Parole di festa, parole di rabbia, parole di libertà.
Il piccolo giovane uomo cercò allora di avvicinarsi, per capire meglio come si collegavano quelle parole di festa a quelle di rabbia a quelle di libertà. Ma il piccolo giovane uomo non riusciva ad avvicinarsi, perché sotto il palco c’era una folla immensa, così immensa che il piccolo giovane uomo vedeva l’uomo sul palco tanto lontano che sembrava ancora più piccolo dello stesso piccolo giovane uomo. Il piccolo giovane uomo non era riuscito ad avvicinarsi, e la cosa lo fece sorridere. Stranamente, lo fece sorridere.

Allora il piccolo giovane uomo cercò di arrampicarsi su una murata, al di là del palco, per riuscire almeno a sentire meglio l’uomo che faceva quel discorso. Ebbene sulla murata erano già aggrappati altri uomini, così tanti che il piccolo giovane uomo al loro confronto si sentì ancora più piccolo del piccolo giovane uomo che era. Non riuscì a sentire meglio l’uomo sul palco, e la cosa lo fece gioire. Curiosamente, lo fece gioire.

Infine il piccolo giovane uomo pensò di interpretare il discorso dell’uomo sul palco guardando le reazioni della gente che lo stava a sentire. Ma il piccolo giovane uomo vide tante reazioni diverse: vide sdegno; vide felicità; vide esasperazione; vide fratellanza. E il piccolo giovane uomo era forse troppo giovane per mettere assieme tutte quelle espressione e dar loro un senso. Non riuscì quindi nemeno a interpretare il discorso dell’uomo sul palco, il piccolo giovane uomo, e la cosa lo rese felice. In modo evidente, lo rese felice. E quella felicità era dovuta all’aver capito che, di tutta quella storia, di tutto quel posto, il vero protagonista non era affatto l’uomo sul palco.

Per una volta non racconto una storia ispirata a fatti veri, ma racconto una storia così com’è avvenuta in quel posto.
E quel posto era Piazza del Popolo, il 3 ottobre 2009.
Quel piccolo giovane uomo era chiaramente il sottoscritto, una parte del protagonista di questa storia.
Un protagonista fatto di circa 300.000 persone.
60.000 per la procura.
40, massimo 50.000, per Berlusconi.

P.S.: E approfitto di una storia scritta su me stesso facendo una comunicazione di servizio.
Alcuni racconti della settimana passata sono stati raccolti in un amatorialissimo esperimento di podcasting.
Potrete trovarlo a questo indirizzo. Lo so, lo so, non si sente benissimo, comprerò un microfono migliore.
Oh, era un esperimento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...