Ferretti torna sul set. Con Boris, ovviamente

Pubblicato: 26 febbraio 2010 in TV
Tag:, , , , , , , , , ,

Qualche giorno fa ho scritto di backstage. Ecco, sta finalmente tornando una serie tv che è un lunghissimo esilarante dietro le quinte.

Si tratta di Boris – “la fuoriserie italiana”, l’hanno chiamata – la fiction che prende in giro il mondo della fiction, e in particolare quella dei camici bianchi. Con la sua ironia che parodizza (e manco tanto) i comportamenti degli operatori dei set all’italiana, ha attirato prima chi lavora nel – e chi è vicino al – mondo del cinema e della televisione, per poi catturare col suo umorismo coinvolgente tanti telespettatori che hanno permesso di ideare una seconda, e adesso una terza serie. Protagonista sarà la solita combriccola sgangherata, da Francesco Pannofino a Caterina Guzzanti. Da Alessandro Tiberi a Pietro Sermonti. Cambia il regista, ma questo si sapeva già da un po’: a Luca Vendruscolo subentra Davide Marengo (quello di Notturno Bus, per intenderci. Mica male, no?) E mi è sembrato di notare una piacevole new entry: nel video di anteprima sul sito della fox, ho scorto la bella e brava Valentina Lodovini, e forse anche Filippo Timi. Non conosco informazioni certe perché non ho avuto il coraggio di finire il video, per non rovinarmi altre sorprese.

In ogni caso, ho saputo quello che volevo sapere. Quattordici episodi di Boris stanno arrivando. Dal primo marzo.

Si mormora perfino di una trasposizione in un film. Uscirà a Natale e stavolta – logicamente – prenderà in giro  i film di Natale.

Annunci
commenti
  1. KinemaZOne ha detto:

    “Boris” nei cinema a Natale? Sarebbe una mossa tipica italiana quella di rovinare per avidità un rarissimo gioiello.

  2. […] Credo sia una questione di “tempo”. Nello stesso tempo in cui guardi un’intera serie tv, riesci a vedere perlomeno una decina di film. Psicologicamente è una questione di numeri: pensare “ho visto dieci film” mi appare più sostanzioso e soddisfacente di “ho visto una serie tv”. Eppure ho in attivo un modesto numero di serie tv a cui mi sono affezionato poco alla volta. Questo blog mi ha già visto scrivere di Lost o di Boris. […]

  3. […] Ma l’esperimento più interessante è quello di Raitre, dove la Wilder (casa di produzione di Boris) crea Buttafuori, serie ambientata totalmente fuori una discoteca e dove le gag sono tutte in […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...