La sit-com si adatta sempre più allo stile di vita moderno: brevi sketch si susseguono su un set sempre uguale.
Un po’ come se una webcam facesse da finestra su un cortile affollato delle solite facce, dei soliti personaggi. E noi, pettegole portinaie, diamo un’occhiata all’andamento pazzo delle loro vite.

La prima rete ad accorgersi di questa esigenza è stata ovviamente la Mediaset, che con la brava autrice Fatma Ruffini (la stessa che ha portato sui nostri schermi Buona la prima), ha importato un po’ di format di questo genere dall’estero.  Dalla Francia, ad esempio, nel 2003 è arrivato Camera Cafè, la più popolare sit-com di questo genere, dove la visuale dello spettatore si trova incastrata all’interno di un distributore automatico, dal quale poter spiare Luca, Paolo e gli altri dipendenti di una ditta durante le loro pause caffè.
Esperimento simile (condotto sempre dalla Ruffini) è stato il famoso Love Bugs, importato l’anno successivo nientemeno che dal Québec, e che ci vedeva interessarci (nella prima edizione) dell’andamento sentimentale di una coppia stralunata come quella del grande Fabio de Luigi e Michelle Hunziker. L’esperimento è un tantino diverso, perché lì i set erano vari ed andavano a rotazione, ma l’idea delle brevi gag fatte da soliti personaggi e spiate da noi c’era anche lì.
Nel 2005 poi, di nuovo la Ruffini, ci propone Belli dentro, dove la visuale si sposta all’interno di un carcere per seguire le vicende di due celle di detenuti (una maschile, l’altra femminile). L’esperimento è leggermente più fiacco degli altri due.

Finalmente anche la Rai inizia ad aggiornarsi, e nel 2005 Raidue e Raitre lanciano le rispettive proposte. La seconda rete, grazie alla società di produzione Grundy Italia (la stessa di Belli dentro) lancia Andata e ritorno: qui ci troviamo a seguire le vicende di un tot di soliti pendolari su un treno che va da Milano alla provincia. Ma l’esperimento più interessante è quello di Raitre, dove la Wilder (casa di produzione di Boris) crea Buttafuori, serie ambientata totalmente fuori una discoteca e dove le gag sono tutte in piano-sequenza. Per capirci, se gli attori sbagliano si ricomincia da capo; ma gli attori sono Valerio Mastandrea e Marco Giallini, quindi una garanzia. Fra l’altro anche gli sceneggiatori sono gli stessi di Boris, e se uno di loro (Luca Vendruscolo) ha diretto le prime due stagioni di quella fortunata serie, un altro del trio (Giuseppe Ciarrapico) ha diretto questa sit-com. Purtroppo la serie è stata sfortunata, e ha visto una sola stagione con una trentina di brevi episodi.
Più fortunata è stata l’altra proposta rai, Piloti, con Enrico Bertolino e Max Tortora a fare da mattatori, e un umorismo molto più accettabile dall’italiano medio. Tutta la serie è ambientata in una cabina di pilotaggio di un aereo (talvolta, in rari casi, si va nel corridoio dell’aereo stesso).

Sit-com come queste sono così economiche e vantaggiose che una persona dotata potrebbe anche idearne una personale e diffonderla grazie alla rete.
Immaginate ora che una serie avesse come set, invece di una cabina di pilotaggio, semplicemente l’abitacolo di un’automobile. Certo non sarebbe un esperimento facile, visto che gli attori avrebbero a disposizione pochissimo spazio per i movimenti, e tutte le gag dovrebbero basarsi sul dialogo (che comunque è l’elemento principale di questo tipo di sit-com).
Eppure qualcuno ci ha provato: lo staff di KinemaZOne lancia su youtube Travel Companion (qui il canale youtube), sit-com indipendente dove ci troviamo a seguire le vicende di un paio di colleghi in car sharing. Non è facile emergere fra tutte le proposte della rete, quindi non posso assicurare che sia la prima sit-com italiana di questo tipo, ma di sicuro è un progetto interessante (oltre che divertente).

La serie è nata da poco ed è ancora in corso, ma per ora la mia puntata preferita è questa:

Leggi anche:

Consigli per sceneggiatori di cortometraggi inesperti

Ferretti torna sul set

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...