Automobile, interno, giorno

Pubblicato: 13 giugno 2010 in Dialogo, Robe mie

Antonio fischietta una musica inquietante.

– Aspetta, questa è la musica di quel film…
– Profondo Rosso.
– Profondo Rosso, giusto.
– Fa paura, eh?
– Cazzo, solo la musica mi agita. Gira a sinistra qui.

– Comunque Antò grazie per il passaggio. Mi dovevano venire a prendere ma mi hanno dato buca.
– E che ringrazi? Scherzi? Mi fa piacere. Almeno così vedo pure dove abiti.
– Sei un amico.

– Angelo sai che cos’è la prosopagnosia?
– Mmmm.. no.
– Una malattia assurda. Chi ce l’ha non riesce a riconoscere le facce della gente.
– In che senso?
– Cioè prendi una persona che conosci bene e che hai visto tante volte. Può essere che quella persona, se la rivedi dopo un po’ di tempo, non la riesci a riconoscere se hai la prosopagnosia.
– Micidiale! Perché giustamente noi riconosciamo le persone grazie alla faccia…
– Con la prosopagnosia non riesci ad identificare quella faccia e quindi…
– Non puoi identificare una persona. Micidiale!

– Angelo.
– Dimmi, Antò.
– Io non ce l’ho la prosopagnasia.
– …
– Le facce me le ricordo io.
– …
– Pure se passassero anni, io, la faccia tua, non me la scordo. Pure se ti ho visto poche volte, io, le facce le memorizzo bene.
– … Va bene.
– Io l’altro ieri ti ho prestato cinque euro, e tu mi hai detto “domani te le ridò”.
– …
– Domani è passato, Angelo.
– Ah e… e hai ragione… no vabbè è che ora non ho soldi appresso ma vabbè, so cinque euro, domani te le ridò veramente.
– Tranquillo, io aspetto. (frena e guarda Angelo) Per ora. Aspetto. (riparte)

– Sono… sono arrivato. (scende dalla macchina) Grazie per avermi dato il passaggio.
– E di che? Mi ha fatto piacere. Almeno ho visto pure dove abiti.
(Antonio riparte,  intonando a voce sguaiata e angosciante la musica di Profondo Rosso)

Annunci
commenti
  1. kinemazone ha detto:

    Ma quale musica di Profondo rosso? La cantilena infantile o la famosa sonata d’organo?

  2. digiblues ha detto:

    Effettivamente con School at night sarebbe stato ancora più inquietante, ma non credo che Antonio si ricordi quella cantilena. Anzi, ho i miei dubbi che abbia visto veramente profondo rosso. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...