Archivio per la categoria ‘Uncategorized’

Frattanto mi ostino a voler fare il regista

Annunci

Centonòve: verbalizzando il 2011.

Pubblicato: 2 gennaio 2012 in Uncategorized

Di nuovi amici che a un certo punto è necessario e che pareva conoscerli già da anni, e delle loro stranezze e delle mie che andavano a braccetto;

Di un centonòve come voto che ora tutti dicono Ma centodiéci no? ma che non sanno che io il centonòve manco l’avevo chiesto, tanto che alla proclamazione con l’annuncio dei voti la mia prima parola da dottore è stata un tracotante vernacolare ‘n’gulo! ;

Dell’Africa e del “di nuovo?” e del “chi se lo aspettava?”;

Del post-Africa e dell’ “adesso come ve lo spiego?”;

Delle t-shirt giovani e colorate del Giffoni Film Festival e dell’ilarità per il giorno di festa non calendarizzato;

Della scrosciante Bobbio  che ormai ci avevo perso le speranze, e di compagni occasionali di vita, gente talmente fantastica che l’idea di non rivederli più mi deprime e mi consola assieme;

Di Marco Bellocchio e di dieci giorni da favola che se avevo il dubbio Sì ma cinema o non cinema? sono tornato da là dicendo Cinema, cinema, certo che cinema;

Di un cambio di domicilio che solo chiamandolo così, cambio di domicilio, riuscivo a non esaltarmi troppo per la cosa. E a non piangere;

(altro…)

Leonardo sul suo blog scrive con l’usuale ironia e con divertente cinismo della cinica usanza dei coccodrilli, i pezzi giornalistici scritti per compiangere un importante personaggio passato a miglior vita. Il tutto indagando sulla curiosa serie di coccodrilli scritti per Lelio Luttazzi.

PoveRino

Pubblicato: 19 aprile 2010 in Uncategorized
Tag:, ,

Da quando il grande pubblico ha scoperto Rino Gaetano deve essere cominciata una gara a chi violenta di più le sue canzoni. E per ilcieloèsemprepiublú ci deve essere un premio speciale.

Come debbo interpretare il fatto che, mentre la mia mente chiedeva di tornare bambina per poter così vagare liberamente, internet mi sbatte davanti che anche i minorenni ora hanno bisogno del passaporto?

È celebre la massima di Eraclito “Panta Rei”: tutto scorre.

Per esemplificare basta guardare le stelle. Mentre noi le guardiamo pensando “va’ come sono belle, ferme e luccicose”, in realtà al loro interno si scontrano varie forze che ne possono determinare la morte.

O ancora basta pensare a quando mi aggiusto i capelli la mattina, prima di uscire, pensando stupidamente “va’ come sono belli, fermi e luccicosi”…

Podcast!

Pubblicato: 19 ottobre 2009 in Uncategorized

E via con la terza puntata.
Clicca qui per sapere di cosa si parla.