Posts contrassegnato dai tag ‘cortometraggio’

Frattanto mi ostino a voler fare il regista

Quando parlando del cortometraggio Disabili ho scritto della mia insofferenza verso la tematica “sociale a tutti i costi”, mi riferivo (nei casi estremi) a cosette come questa:

E vi prego – vi prego! – non venitemi a parlare di buone intenzioni.

Visto su Davebog.

Potrebbe anche  interessarti:

Consigli per sceneggiatori di cortometraggi inesperti

Giusto per avvisare che martedì 13 aprile alle 18.45 verrà trasmesso Domenica m’innamoro sul canale di Oliviero Toscani (canale 703 di Sky).
E sono molto contento.

Ma non ho sky… fatemi sapere se lo trasmettono davvero.

Edit: il corto verrà passato il 14 e non il 13.

Ecco…
Per presentare su questo blog il mio cortometraggio volevo utilizzare un titolo che usasse un calembour per giocare con la parola “corto”. Qualcosa tipo “Obiettivo corto”, “Corto potere”, “Statevi acCorto”… purtroppo sono tutti giochi di parole usati nei nomi di festival per cortometraggi. Non mi veniva nessuna idea originale, quando pensai: “Eureka, ho trovato! A corto di idee…

Ora: indovinate come si chiama il festival il cui responsabile mi ha contattato su youtube dopo aver visto il cortometraggio?

Ma tagliamo corto… (questo esisterà?) Chi avrà otto minuti di pazienza e di tempo da perdere, vedrà qui sotto un cortometraggio nato per gioco, che girai quando ero appena vent’enne, e quindi addirittura un anno fa (ah… beata fuggevole giovinezza). Non dico di cosa parla perché è talmente breve che rischierei di svelare tutto, e poi perché sono poco bravo nei riassunti. Un tizio che dovette descriverlo disse “Fra tutti i posti in cui corteggiare una ragazza, una chiesa è quello meno indicato…” Da allora mi sono appropriato di questa sintesi che ritengo perfetta. Posso aggiungere che è una commedia sentimentale muta. Surreale… grottesca… Il resto aggiungetelo voi. Se vi va.