Posts contrassegnato dai tag ‘Facebook’

Morgan intervistato dalla Bignardi

Tutti ne parlano perché è il primo talk show visibile anche su facebook. Andato in onda, fra l’altro, nella stessa serata (ieri) in cui un canale Mediaset trasmetteva La leggenda di Beowulf , trasformando la pellicola di Zemeckis nel primo film in 3D trasmesso da una tv italiana. I nuovi mezzi di comunicazione, certo… Il progresso è spesso interessante.

Ma ecco cosa ha incuriosito me della trasmissione della Bignardi:

Gipi ha disegnato una sigla stupenda, e la stessa scenografia dello studio è veramente figa;
Renzo Bossi, a cui piace essere chiamato il Trota, dovendo scegliere un politico non leghista che gli piace, fa il nome di Bersani;
– Quando Beppe Bigazzi, ancora indignato per l’epurazione da La prova del cuoco, si rimette a parlare di gatti, la Bignardi lo interrompe (“Ma torniamo a parlare di cibo!”): le telecamere riescono a catturare in tempo un Bigazzi sornione che risponde “ma io stavo parlando di cibo…”;
– Lo sfogo di Morgan contro Aldo Grasso. Ok, probabilmente ha esagerato, ma ho trovato irresistibile questa sincera insofferenza per il presunto guru italiano della critica televisiva (si sente la stessa Bignardi, mentre va in onda la pubblicità, dirgli “mi hai rovinato!”).

Cose poco blues:
Franco Neri se devo essere franco (oh, franco…) era più fastidioso che divertente;
– Morgan, che non era al meglio della forma vocale, poteva evitare di maltrattare La ballata dell’amore cieco.

Leggi anche:
La7 Samurai

–  Il futuro è qui, comincia adesso

Ci deve essere una strana epidemia in giro.
L’eccesso di personalizzazione che stiamo vivendo ci deve rendere parecchio gelosi della nostra identità.
Sì vabbè, Angelo, che ce vuoi di’?

Stamattina ho letto che Facebook ha fatto causa a Teachbook (un portale per insegnanti) perché questo ha il “book” nel nome – tra l’altro molto più  adeguato al secondo sito che al primo.

Sempre stamattina, spulcio i feed rss che non ho avuto modo di leggere in questi giorni, e mi imbatto in quest’esilarante telefonata sul blog di Altobelli.

Il social network guardone

Pubblicato: 19 maggio 2010 in Internet, Novità
Tag:,

Questo grafico di moveon mostra in modo semplice cos’è cambiato nelle impostazioni sulla privacy di Facebook.

Aggiornamento (27.05.10) – Leggo da Mantellini che “il povero Mark dice che si è sbagliato. E che prossima settimana Facebook cambia per la milionesima volta le opzioni sulla privacy.”