Posts contrassegnato dai tag ‘italia’

Visti da fuori

Pubblicato: 30 ottobre 2010 in Giornalismo, TV, video
Tag:, , , , ,

L’Italia di Berlusconi raccontata da alcuni media stranieri.

La parte centrale è satirica, ma non fa ridere.
Fosse stato il contrario, forse avrei meno vergogna.

Annunci

L’estate di quattro anni fa mi sentivo un re.
Avete presente quando Leonardo Di Caprio si affaccia alla ringhiera del Titanic urlando come un idiota? Ecco. Mi sentivo come quell’idiota.
Quell’estate mi diplomai, trovai una ragazza che mi piaceva veramente e, in più, l’Italia vinse i mondiali.

Non sono mai stato un grande tifoso di calcio, ma quell’estate, quella notizia, contribuì al mio effetto titanic.

Quest’anno, invece, dovevo laurearmi, e non ho trovato la voglia di studiare. In più quella stessa ragazza mi ha lasciato.
Avete presente quando il titanic si spezza prima di affondare?
Non ne abbiate a male ma, a questo punto, prevedo che stavolta all’Italia gliele suonino. Con le vuvuzela, magari.

E faccio anche un’altra previsione, su tema “marketing”.
Non se n’è parlato molto, ma va di moda comprare le Bat Box, tane per pipistrelli in modo da averli come alleati nell’annuale guerra alle zanzare.
Scommettete che questa notiziuola, già succulenta di per sé, verrà riproposta e sfruttata molto di più l’anno che verrà, quando sarà (finalmente) prossimo il nuovo film del Cavaliere Oscuro?

Povera italia.
Posto in cui
la mala con la lama e il ferro in tasca il
popolo ammalia.
Posto in cui
s’abitan bettole adibite a case.
Abusi in base
al quale puoi abitare pure
sul vesuvio,
come nei fumetti Amalia.
Povera Italia

Online anche la tanto attesa (…) seconda puntata di Radio Farlokka, che potete trovare a questo indirizzo.
Vi ricordo che se avete il programma iTunes (gratuito) potrete abbonarvi (gratuitamente) al podcast per riceverlo comodamente sul pc ad ogni nuovo aggiornamento.

Per abbonarsi al Podcast scaricate iTunes (una sorta di Windows Media Player più evoluto) e poi cliccate qui.

Ancora: su questo blog, invece, troverete l’elenco di tutte le puntate della trasmissione, in cui verranno segnati gli argomenti trattati e la musica passata.

E finisco con un pensierino da scuola elementare, assolutamente personale:
nel mulino che vorrei, si fa il pane per celiaci.