Posts contrassegnato dai tag ‘mafia’

Povera italia.
Posto in cui
la mala con la lama e il ferro in tasca il
popolo ammalia.
Posto in cui
s’abitan bettole adibite a case.
Abusi in base
al quale puoi abitare pure
sul vesuvio,
come nei fumetti Amalia.
Povera Italia

Annunci

Carmelo aveva dodici anni quando vide per la prima volta Calogero, suo padre, consegnare mesto due buste colme di soldi a un paio di gentiluomini della provincia.
Quando gli chiese il perché, Calogero gli rispose “tu piccolo sei, non puoi capire”.

Ma Carmelo a vent’anni ancora non capiva, e allora tornò da suo padre Calogero per chiederglielo di nuovo il perché.
Perché – rispose il padre – se non li diamo a loro li dobbiamo dare a qualcun altro. Tu sei giovane, non puoi capire.

Carmelo a venticinque anni si pigliò la laurea in legge con centodieci e lode. Era contento.
Per lui era contento, sì, ma non per l’amico Nicuccio. Egli aveva infatti scritto la tesi tutto da solo, facendo ricerche complesse e difficoltose. Ma alla fine la tesi era stata firmata da lui e dal cocco del professore.
Ma perché non ti ribellasti? chiese Carmelo a Nicuccio. Ci sono delle leggi che bisogna rispettare!
Eh… ribbellasti! Ma che ti credi che sono stato contento di come sono andate le cose? Ma tanto il figlioccio del professore se non usava la mia, un’altra tesi trovava… rispose Nicuccio.

(altro…)

Leggo che qualche settimana fa è stato trovato un Piranha nel Po.
Bazzecole…

Al mio paese, completamente campagnoleggiante, qualche tempo fa fu trovato un coccodrillo.
E poi dice che noi del sud abbiamo una marcia in meno!

P.S.: sto preparando una nuova puntata di Radio Farlokka. Questa volta sarà (leggermente) più professionale! Per dinci!
Nell’attesa, fate un salto sullo scorso post per ascoltare la prima puntata.